Conquattro, da 25 anni nel settore degli imballaggi industriali in legno, entra a far parte, per acquisizione, della Cimi di Segrate (MI), storica azienda del settore (1958), fra le prime imprese in Italia per volume d’affari nell’imballaggio industriale con oltre 70 dipendenti, un indotto che impiega una trentina di addetti, e quattro sedi operative a Segrate (MI), Vaiano Cremasco (CR), Inveruno (MI) e Parma oltre, al momento, a quattro cantieri permanenti.

L’imballaggio industriale in legno – commenta Sabrina Strozzi, ad di Conquattro – è poco conosciuto ma è sempre di più il biglietto da visita del made in italy nell’impiantistica alimentare e in genere, nell’automotive, nella meccanica strumentale e nelle macchine automatiche che sono fra le produzioni più importanti delle nostre provincie.
L’unione con Cimi nasce sulla base di due punti fondamentali: dall’incontro di due filosofie aziendali, assolutamente, coincidenti e che hanno come comune denominatore il desiderio del “fare bene”, in modo serio ed eticamente corretto; del desiderio condiviso di offrire al mercato servizi tecnici qualitativamente sempre più elevati, caratterizzati da competenza e flessibilità: il commercio internazionale impone norme tecniche e standard sempre più severi e tempi di reazione sempre più brevi.

La sede di Conquattro in Strada Mutta diviene così la seconda unità operativa di Cimi in Parma, insieme a quella già esistente in Via Gastaldi; in entrambe sono garantiti i medesimi livelli occupazionali, indispensabili per lo sviluppo futuro e per assicurare tutte le attività complesse di questo settore: la costruzione degli imballaggi industriali customizzati e progettati ad hoc sarà la prerogativa dell’unità in Strada Mutta, il collettamento, imballaggio e stoccaggio della merce, i servizi di carico automezzo e riempimento dei container per l’imbarco marittimo saranno erogati prevalentemente nell’unità di Via Gastaldi.

 

(da Gazzetta di Parma del 7/7/2017)

Read More